Storia dei tuffatori italiani

La storia dei tuffatori italiani vanta numerosi nomi. Ecco quelli più famosi.
Franco Giorgio Cagnotto, è un ex tuffatore in Italia, che ha gareggiato in cinque Olimpiadi estive consecutive per l’Italia, a partire dal 1964. La moglie di Cagnotto è Carmen Casteiner, e la figlia Tania rappresenta l’Italia nei tuffi. Nel 1992, è stato inserito nella International Swimming Hall of Fame.

Tania Cagnotto è una tuffatrice. Lei è stata la prima tuffatrice italiana a vincere una medaglia in un campionato del mondo. Un membro della federazione sportiva Sport Federazione Federazione Italiana Nuoto, lei è patrocinato dal GN Fiamme Gialle – Bolzano Nuoto. E’ nata a Bolzano, è la figlia di Giorgio Cagnotto, vincitore di quattro medaglie olimpiche di tuffo tra i 1970 e 1980, e Carmen Casteiner, un’altra tuffatrice italiana.
Ha vinto la sua prima medaglia a 14 anni e da allora, ha vinto diversi altri campionati in Europa e negli USA. Un partecipante alle Olimpiadi estive del 2004, al Torneo europeo di Madrid, è stata la medaglia d’oro nel caso della piattaforma di 10 metri e ha vinto una medaglia di bronzo per la sua performance nel concorso trampolino di 3 metri. Dopo una performance deludente nel round finale della piattaforma 10 metri ai Campionati del Mondo 2005 di Montreal, ha vinto la medaglia di bronzo nel caso in trampolino di 3 metri. Cagnotto ha vinto la terza medaglia di bronzo consecutiva nel trampolino 3 metri ai Campionati del Mondo 2009 di Roma, dopo un quarto posto in caso trampolino di 1 metro. Insieme a Francesca Dallapè, ha vinto anche una medaglia d’argento in corso sincronizzato con i 3 metri del trampolino di lancio. Ha vinto la medaglia d’argento nel trampolino di 3 metri insieme a Francesca Dallapè alle 2016 Olimpiadi estive. E’ stata la prima medaglia olimpica per Cagnotto.

Klaus Dibiasi (nato 6 ottobre, 1947) è un ex tuffatore in Italia, che ha gareggiato in quattro Olimpiadi estive consecutive per il suo paese natale, a partire dal 1964. Ha dominato l’evento piattaforma dalla fine del 1960 alla metà degli anni 1970, vincendo un totale di tre medaglie d’oro olimpiche. Dibiasi ha vinto una medaglia d’argento nel trampolino alle Olimpiadi estive 1964, ed ha continuato a vincere l’oro nello stesso evento ai prossimi tre giochi (1968, 1972 e 1976). Dibiasi è l’unico tuffatore olimpico ad aver vinto tre medaglie d’oro consecutive, ed è l’unico tuffatore ad aver vinto medaglie in quattro Olimpiadi estive. Un argento nel trampolino di lancio nel 1968, gli ha dato un totale record di cinque medaglie olimpiche. Dibiasi eccelleva ai primi due campionati acquatici del 1973 e 1975, vincendo quattro medaglie. A livello nazionale Dibiasi ha vinto 11 piattaforme e 7 titoli per il trampolino.

Noemi Batki (nato il 12 ottobre 1987) è una tuffatrice italiano di origine ungherese. E’ membro della squadra italiana National Diving ed è sponsorizzato dal Centro Sportivo Esercito / Triestina Nuoto. E’ nata a Budapest, in Ungheria, e all’età di 3 anni si è trasferita a Belluno, Italia, con la madre, Ibolya Nagy, una tuffatrice ungherese che ha partecipato alle Olimpiadi del 1992 a Barcellona. Ha vinto la sua prima medaglia 16 anni ai Campionati Europei Juniores di Aachen, in Germania, dove ha vinto la medaglia d’argento nel trampolino dei 3 metri nel sincronizzato, insieme alla sua compagna, Francesca Dallapè, e ha vinto la medaglia di bronzo nella piattaforma. Nel luglio 2005 ha preso parte ai Campionati del Mondo FINA a Montreal, in Canada, dove, alla sua prima esperienza del mondo, si è classificata quinta nei 3 metri sincronizzati al trampolino concorrenza con buoni risultati nella gara di 1 metro e 3 metri di gara trampolino di lancio. Nello stesso anno in Electrostal, Russia, ha vinto un argento, al concorso dei 3 metri. Nel 2006 ha preso parte agli Europei di Budapest, sua città natale, dove si è classificata sesta nei 3 metri sincro, e nello stesso anno ha vinto una medaglia d’argento all’Arena Diving Champions Cup di Stoccolma.
Nell’agosto 2007 Batki ha vinto la medaglia d’oro al 24 ° Universiadi di Bangkok, in Thailandia, al concorso per un 1 metro, condividendo lo stesso punteggio come la tuffatrice ucraina Maria Voloschenko.